Erano il terrore delle tabaccherie del Foggiano, arrestati tre minorenni di San Severo

Avrebbero messo a segno una rapina e una tentata rapina minacciando le vittime con un coltello. Tre minorenni di San Severo, in provincia di Foggia, sono stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale competente di Bari, su proposta della Procura della Repubblica del capoluogo dauno. Avrebbero agito anche con il volto coperto.

Il primo episodio risale al 15 febbraio scorso quando avrebbero tentato una rapina ai danni della tabaccheria ‘Giancola’ a San Severo. Soltanto grazie alla pronta reazione del titolare che si difese con un bastone, due dei tre indagati, con il viso nascosto ed armati di coltello, non riuscirono a portare a termine il reato. In questo caso, intervennero gli agenti del Commissariato. Prima di fuggire senza il bottino, uno dei giovani scagliò violentemente un coltello verso il bancone. Fortunatamente non colpì nessun avventore ma si conficcò su un ripiano.

Nel secondo caso invece, il giorno successivo, i tre giovani, dopo un sopralluogo preventivo a volto scoperto all’interno dell’esercizio commerciale, misero a segno una rapina nella tabaccheria ”Tedesco” di Apricena. Uno era armato di coltello, tutti avevano il volto mascherato. Mentre due dei tre componenti della banda riuscirono a fuggire, il terzo venne bloccato dai passanti e subito dopo immobilizzato dai carabinieri che lo deferirono in stato di libertà. In questo caso il bottino fu di 1.200 euro e varie stecche di sigarette e gratta e vinci.

Le indagini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Severo unitamente ai carabinieri della Stazione di Apricena, consistenti nella visione dei filmati degli impianti di videoripresa delle due attività commerciali e dei sistemi di videosorveglianza comunale, hanno avuto buon esito con la raccolta delle prove, in particolare l’abbigliamento, che concordavano con le testimonianze.

l personale della Polizia Penitenziaria ha eseguito la misura nell’Istituto per minorenni ‘Fornelli’ di Bari, poiché i due giovani vi erano ristretti per un’altra rapina commessa il 13 aprile scorso a Casalvecchio di Puglia, mentre il terzo giovane è stato collocato dai carabinieri di San Severo in una comunità minorile, sempre in territorio pugliese. 

Promo