Manfredonia, prendevano fondi europei per realizzare un impianto di mitilicoltura già esistente. Sequestrati 420mila euro

A seguito di un’indagine condotta dai finanzieri della Sezione Operativa Navale di Manfredonia, coadiuvati dalla Procura europea (Eppo) Ufficio Roma, il Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Foggia ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo della disponibilità finanziaria per un importo illecitamente percepito pari ad oltre 420.000 euro. Il sequestro ha interessato una società italiana, il rappresentante legale nonché un altra persona rappresentante di fatto ed è stato eseguito nei giorni scorsi dai militari della Guardia di Finanza di Manfredonia.

L’attività svolta dalle Fiamme Gialle è stata indirizzata ad accertare la regolarità della percezione dei fondi del Programma Operativo Feamp 2014/2020 che prevedeva l’aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari. La complessa e articolata attività investigativa della Guardia di Finanza ha consentito la scoperta di un vero e proprio sistema truffaldino, finalizzato all’erogazione di un contributo pubblico previsto per la nuova realizzazione o ampliamento di impianti di mitilicoltura già esistenti.

I finanzieri della Sezione Operativa Navale di Manfredonia hanno accertato che l’impianto oggetto del contributo era già completamente esistente alla data di presentazione della domanda, avvenuta nel 2017, predisponendo a corredo della stessa preventivi di spesa falsi e operazioni contabili alterati in modo tale da indurre in errore i funzionari della Regione Puglia. 

Promo