In aumento casi di autismo, nel Barese 2mila bimbi. L’Asl attiva la rete per sostegno e informazioni, ultima intesa con il Comune di Gravina

Si estende la rete delle ‘Città amiche dell’Autismo’ in provincia di Bari. Dopo le intese siglate con i comuni di Altamura, Ruvo di Puglia e Acquaviva delle Fonti, la Asl Bari ha sottoscritto un protocollo di intesa anche con il comune di Gravina in Puglia per predisporre iniziative congiunte di formazione e informazione rivolte alle persone con autismo.

“I casi di autismo -spiega l’Asl- sono in aumento. In provincia di Bari sono almeno 2mila i minori con problematiche legate a questa condizione. Eppure il disturbo dello spettro autistico è ancora sottostimato e difficilmente diagnosticabile e spesso si creano situazioni di disagio per pazienti e famigliari”. Da qui la necessità di una chiara informazione e una specifica formazione della comunità che possa migliorare la qualità della vita sociale delle persone con tali problematiche.

“La Asl -ha detto il direttore generale Antonio Sanguedolce- attraverso i servizi competenti, si impegna in particolare a promuovere attività di formazione finalizzate alla diffusione del progetto e organizzare con personale interno corsi rivolti a: famiglie; insegnanti di ogni ordine e grado, con particolare riferimento ai docenti di sostegno, addetti ai servizi socio-educativi, imprenditori e commercianti e liberi professionisti”. 

Promo