“Cantieri parlanti”, studenti sulla linea dell’Alta Velocità Bari-Napoli

​​I ​”​Cantieri parlanti​”​ della nuova ​linea Alta velocità/Alta ​capacità Napoli​-Bari hanno aperto ieri le porte a un gruppo di studenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento e a una delegazione dell’Ordine degli Ingegneri della ​provincia di Lecce.​ Dopo l’arrivo al campo base di Telese, in provincia di Benevento, il gruppo si è spostato alla volta del viadotto in costruzione sul fiume Calore per poi raggiungere l’imbocco di una galleria artificiale (lotto Cancello​-Frasso​-​Telese).

La visita si è conclusa nel cantiere dell’imbocco della galleria di Grottaminarda, in provincia di Avellino, (lotto Apice​-Hirpinia) dove è in corso il montaggio della talpa meccanica​. Cantieri Parlanti è un progetto del Gruppo F​s (con le società R​fi e Italferr), in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, i ​commissari straordinari di Governo e le imprese coinvolte nei lavori. La nuova linea A​v/Ac Napoli​-​Bari, nei diversi lotti in cui è stata suddivisa, vede coinvolte imprese come We​build Italia​, Partecipazioni Italia, Pizzarotti, Ghella, Itinera, E​ds Infrastrutture, Salcef, Coget Impianti.​

“Tutti i cantieri del Polo Infrastrutture del Gruppo F​s​ – spiega una nota – ‘parlano​’​ un linguaggio semplice, trasparente e immediato, condiviso con i territori, per raccontare la loro storia e la loro mission e per rendere i cittadini e gli stakeholder più consapevoli e aggiornati sull’importanza delle opere in corso. I cantieri diventano hub di comunicazione e aggregazione, identificabili attraverso il claim ​’L’Italia del futuro è in corso​’​, con un sito dedicato alle opere strategiche del Paese​”.

La nuova linea A​v​/A​c ​Napoli​-​Bari è parte integrante del Corridoio ferroviario europeo T​en-T Scandinav​o-Mediterraneo e ha un investimento complessivo di circa 5,8 miliardi di euro, finanziati anche con i fondi del P​nrr. Da agosto 2022 tutti i cantieri sono in fase di realizzazione. L’attività della ​gestione ​commissariale ha consentito un’accelerazione dei lavori che ha portato al completamento, nel 2017, dei primi due interventi dell’itinerario: il nodo di interscambio di Napoli​-Afragola e il lotto Bovino​-​Cervaro.

Con la prima fase di attivazione della Cancello​-Frasso Telesino entro il 2024 sarà possibile realizzare il collegamento diretto tra Napoli e Bari permettendo di viaggiare tra i due capoluoghi in 2 ore e 40 minuti. ​Nel progetto sono impegnate circa 5mila persone tra ingegneri, tecnici e operai, oltre a una filiera di 2mila imprese tra fornitori e subfornitori.​

Promo