Il Tar Puglia sospende la sperimentazione dell’impianto di ossicombustione a Gioia del Colle

Il Tar Puglia, giudici Vincenzo Blanda, Alfredo Giuseppe Allegretta, Lorenzo Ieva, ha accolto il ricorso presentato dall’associazione ecologista “Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG)”, e ha sospeso in via cautelare la proroga della Via per la sperimentazione degli impianti per la gestione dei rifiuti e produzione di energia della AC Boylers a Gioia del Colle, nel Barese. Il 21 febbraio 2024 la vicenda verrà discussa nel merito.

L’impianto sperimentale di ricerca e sviluppo della tecnologia di ossicombustione è finalizzata alla produzione di energia elettrica da combustibili poveri come rifiuti urbani, rifiuti industriali, oli pesanti, gas acidi, pet coke e carboni a scarso valore calorico. Si tratta di un impianto simile a quello che potrebbe sorgere sempre in provincia di Bari, nell’area industriale, e proposto dalla NewO di Foggia, che si è vista negare recentemente il finanziamento pubblico di 10 milioni di euro proprio dalla Regione. Nel 2017 la Regione Puglia ha autorizzato la sperimentazione a Gioia del Colle e nel novembre del 2022 è stata autorizzata la proroga. Contro la proroga della sperimentazione industriale c’è stato il ricorso davanti al Tar che ha portato a questa prima decisione dei giudici amministrativi. 

Promo