Festa ad Andria per raccolta fondi in memoria di Paolo Abbasciano, vittima della strada

Un festa di compleanno di beneficenza in cui il festeggiato “è la stella che ci guarda da lassù”, dice emozionata Antonella Inchingolo moglie di Paolo Abbasciano, morto lo scorso anno in un incidente stradale avvenuto alla periferia di Barletta.

“Avremmo dovuto organizzare un party per il suo 40esimo compleanno lo scorso anno, ma quasi un mese prima, il 29 settembre ho perso tragicamente mio marito -continua Antonella- allora ho pensato che dovevo festeggiare comunque Paolo e ho deciso di organizzare la festa per il prossimo 11 novembre nella struttura che gestivamo insieme: tenuta Leonetti ad Andria. Lì festeggeremo con una raccolta fondi benefica destinata a sostenere la fondazione per le neurodiversità che si occupa di persone con disturbi dello spettro dell’autismo”.

Il Gran galà fra le stelle inizierà alle 18, è patrocinato dal Comune di Andria e prevede “un aperitivo sotto le stelle con accompagnamento musicale. Poi ci sarà la cena affidata allo chef Antonio Di Nunno. Chi vorrà partecipare, potrà farlo contattando la nostra tenuta”, prosegue Antonella ricordando che la Fondazione scelta come beneficiario della raccolta di beneficenza “nasce per garantire l’assistenza socio-sanitaria in favore di persone con neurodiversità garantendo loro il diritto inalienabile a una vita libera e tutelata, il più possibile indipendente, nel rispetto della loro dignità”.

“Paolo era tutto ed era raro e chi lo ha conosciuto lo sa bene. E io sono orgogliosa di essere sua moglie e so che lui sarebbe contento della festa a lui dedicata”, sottolinea Antonella e conclude: “Spero che questo sia solo l’inizio di qualcosa che possa portare frutto nel tempo e dare la possibilità ad altri di rinascere a nuova vita”.

Promo