Muore 88enne di Trani all’ospedale di Bisceglie, negli ultimi momenti di vita aveva disposto di donare gli organi

Fegato e reni sono stati prelevati nella notte nell’ospedale di Bisceglie nel nord Barese, da un uomo di 88 anni di Trani: si tratta della terza donazione dell’anno per la Asl Bat. Il prelievo è stato “complesso”, spiega Giuseppe Vitobello, responsabile per le donazioni della azienda sanitaria del nord Barese e del reparto di Anestesia e rianimazione di Bisceglie, ma possibile perché l’anziano “aveva espresso la sua volontà in vita e la sua famiglia ha sostenuto la sua scelta”.

Il fegato è stato prelevato da una equipe del Policlinico di Bari mentre i reni da una del Policlinico di Foggia. “Ringrazio di cuore la famiglia del donatore e tutti gli operatori che hanno consentito la perfetta riuscita di questo delicato intervento”, aggiunge Vitobello.

“Questa donazione ci insegna che non c’è età per donare e che se le condizioni degli organi sono buone si può sostenere la vita sempre”, conclude Tiziana Dimatteo, direttrice generale della Asl Bat. 

Promo