Ragazzo di 13 anni cade dalla sedia a rotelle all’uscita di scuola e muore. Indagini in corso

Uno studente disabile di 13 anni é morto cinque giorni dopo la caduta dalla sedia a rotelle all’uscita da scuola. I familiari chiedono chiarezza attraverso i propri legali. L’episodio risale al 6 febbraio.

Il ragazzo, di Giurdignano (Le), affetto da distrofia muscolare, all’orario di termine delle elezioni presso la scuola secondaria di primo grado che frequentava, é accidentalmente caduto dalla carrozzina. Indagini sono in corso circa la dinamica dell’incidente. Le condizioni del ragazzo sono all’improvviso peggiorate ed é stato necessario il trasporto all’ospedale di Scorrano.

La situazione é andata precipitando con il passare delle ore, da lì il trasferimento in rianimazione, la morte e la denuncia al posto fisso di polizia, con l’apertura di un fascicolo di indagine da parte della procura per omicidio colposo.

Indagato l’accompagnatore, un operatore sociosanitario 29enne. Ipotesi omicidio colposo

È stato iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo l’operatore sociosanitario 29enne delegato ad accompagnare a scuola Angelo, lo studente 13enne con la distrofia muscolare morto domenica scorsa in ospedale dopo cinque giorni di ricovero. Lo studente il 6 febbraio scorso era caduto dalla sua carrozzina all’uscita di scuola a Giurdignano, in provincia di Lecce. Era stato portato in ospedale dai genitori per accertamenti e le sue condizioni si erano aggravate fino al decesso, nella rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi, per complicazioni neurologiche legate ad alcune fratture alle tibie. Titolare dell’inchiesta è il pm Alberto Santacatterina il quale ha disposto l’autopsia che è stata programmata per domani mattina.

Promo