Unione dei Monti Dauni fa rete per la crescita dei servizi nelle biblioteche

L’unione dei comuni dei Monti Dauni nel Foggiano fa rete per il potenziamento dei servizi bibliotecari. Dieci i comuni coinvolti: Deliceto, Bovino, Panni, Rocchetta San’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Accadia, Monteleone di Puglia, Anzano, Orsara e Candela.

Il patto -viene spiegato in una nota- dà vita ad una rete di soggetti pubblici e privati che con l’adesione volontaria al progetto si impegnano a promuovere la lettura con azioni coordinate e obiettivi comuni. Il patto dell’unione, che avrà una durata di 5 anni, riconosce la lettura come un valore sociale fondamentale con cui migliorare il benessere dell’individuo e dell’intera comunità e ha l’obiettivo di rendere la lettura accessibile, mira ad ampliare i lettori abituali e a consolidarne le abitudini di lettura con un’attenzione particolare agli ambiti in cui si registra un basso livello di partecipazione culturale, cerca il coinvolgimento di nidi e scuole con il programma nati per leggere.

“Il progetto BiblioStart -puntualizza Pasquale Bizzarro, presidente dell’unione e già sindaco di Deliceto- è il primo passo che come unione dei comuni dei monti dauni abbiamo deciso di compiere per valorizzare le biblioteche dei nostri paesi e creare una vera e propria rete intercomunale. La nostra idea è anche quella di animare queste biblioteche e far sì che siano dei luoghi frequentati, dei luoghi in cui si fanno laboratori, esperienze di lettura, teatro e non solo”.

Promo