I Jethro Tull tornano dal vivo, due date a Bari e a Napoli

I Jethro Tull tornano live in Italia per l’autunno 2024: dopo la pubblicazione di RökFlöte e i successivi tour, la band leggenda del progressive rock annuncia due nuovi appuntamenti italiani. A ottobre saranno dal vivo per due speciali date: giovedì 24 ottobre al Palapartenope di Napoli e venerdì 25 ottobre al Teatro Team di Bari (i biglietti sono acquistabili sui circuiti ufficiali Ticketmaster e Ticketone).

Dopo ‘The Zealot Gene’ del 2022, il primo album della band in due decenni, Ian Anderson e la band sono tornati con un disco di 12 tracce basato sui personaggi e sui ruoli di alcune delle principali divinità dell’antico paganesimo norreno, esplorando allo stesso tempo il ‘RökFlöte’ – flauto rock – che i Jethro Tull hanno reso iconico. Recentemente è stato pubblicato anche il primo singolo estratto dall’album, insieme allo splendido video animato di ‘Ginnungagap’ (creato da Costin Chioreanu). Il brano si ispira al dio Ymir, il proto-essere, un essere primordiale, nato dal veleno che gocciolava dai fiumi ghiacciati chiamati Élivágar e che viveva nel vuoto senza erba di Ginnungagap.

I Jethro Tull apparvero per la prima volta con questo nome nel 1968 nel famoso Marquee Club di Londra e da lì riuscirono a creare immediatamente un largo seguito. Il vero successo – anche un po’ a sorpresa – arrivò al Sunbury Jazz e al Blues Festival nell’estate del 1968. I Jethro Tull registrarono e pubblicarono il loro primo album, This Was, con la formazione originale con Anderson, Cornick, Bunker e Abrahams. Dopo la sostituzione di Mick Abrahams con Martin Barre, circa altri 30 musicisti si sono avvicendati nelle fila dei Jethro Tull, marchio che sopravvive fino ad oggi e dura nel tempo: Ian Anderson si esibisce con la band in genere per circa un centinaio di spettacoli ogni anno in tutto il mondo.

Promo