Lite finisce in accoltellamento ad Andria, tre feriti. Indaga la polizia

Tre persone sono rimaste ferite nel corso di una lite sfociata in un accoltellamento, avvenuta nella serata di ieri a ridosso del centro storico di Andria. I feriti sono uomini di nazionalità rumena, tutti di circa 40 anni. Il più grave dei tre ha riportato una prognosi di trenta giorni, gli altri due invece hanno riportato lesioni più lievi.

Non è chiaro cosa sia successo e sull’episodio indaga la polizia che dovrà stabilire se la violenta lite ha coinvolto solo i tre feriti, se si siano colpiti a vicenda o se abbiano partecipato anche altre persone.

AGGIORNAMENTO

Due cittadini rumeni sono stati arrestati dalla Polizia di Stato della Questura di Andria a seguito delle indagini sulla violenta rissa verificatasi venerdì sera nel centro cittadino nel corso della quale sono rimaste ferite tre persone, tutte della stessa nazionalità. Secondo quanto accertato sul posto dagli agenti sono stati utilizzati armi da taglio e oggetti contundenti. In particolare, uno di essi è stato colpito da un fendente alla gola, riportando una ferita non particolarmente seria. Gli altri due sono stati raggiunti da un oggetto, riportando, rispettivamente, una grave ferita alla testa ed una, lieve, alla spalla.

Secondo i primi accertamenti, uno dei due avrebbe aggredito gli altri con una pala da lavoro, poi trovata ancora sporca di sangue e sequestrata dagli inquirenti. I connazionali, a loro volta, lo avrebbero fronteggiato con i coltelli. Ricostruite le presunte rispettive responsabilità, per due di essi si è proceduto con l’arresto in flagranza di reato per rissa aggravata e tentato omicidio, mentre il terzo è stato deferito in stato di libertà per la stessa ipotesi. La polizia giudiziaria ha informato il pubblico ministero (magistrato di turno della Procura della Repubblica di Trani) che ha disposto la traduzione in carcere. 

Promo