Disagi delle Forze dell’Ordine per gli alloggi al G7, la prefettura di Brindisi alla ricerca di altre abitazioni

“La questura di Brindisi, con il suo Vertice in testa, si è adoperata per una puntuale verifica della situazione che ha consentito fin dalla mattinata odierna di avviare la ricerca di strutture alloggiative alternative anche nelle limitrofe province di Lecce e Taranto”. Lo rende noto la prefettura di Brindisi, con riferimento alla situazione relativa ad alcune cabine della nave da crociera attraccata nel porto di Brindisi per ospitare 2.600 persone, tra uomini e donne, delle forze dell’ordine a cui sono affidati i servizi di sicurezza durante il vertice del G7 nel Brindisino.

“Nella giornata di ieri 9 giugno, durante le operazioni di accoglienza e sistemazione del personale di Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, messo a disposizione della Questura di Brindisi per i servizi di ordine e sicurezza pubblica del G7, si è potuto constatare come circa 150 delle oltre 1500 cabine della nave “Mykonos Magic” siano risultate inidonee all’uso”, ha sapere la prefettura.

“Il personale sarà impiegato nei servizi previsti solo a emergenza risolta. Di tutte le iniziative in corso sono informati i rispettivi Comandi e le Organizzazioni Sindacali”, prosegue. “La Prefettura sta garantendo una totale assistenza anche nella predisposizione delle relative convenzioni e tiene costantemente informato il Ministro dell’Interno che segue con la massima attenzione la situazione”. 

Promo