Una app per la tracciabilità di olio prodotto da ulivi monumentali in Puglia

Al via da oggi le domande di adesione volontaria al progetto “App Ulìa”, un’applicazione dedicata alla tracciabilità dell’olio extravergine di oliva prodotto dagli ulivi monumentali di Puglia.

“Produrre olio extravergine di oliva di qualità dagli olivi monumentali, nel rispetto della vetustà delle piante, del territorio dove dimorano e delle modalità di raccolta tradizionali, è una grande sfida che diverse aziende agricole pugliesi portano avanti”, ha ricordato l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia. “Con l’App Ulìa questo lavoro di cura e di raccolta può essere documentato, raggiungere attraverso gli smartphone i consumatori in maniera facile e immediata e raccontare, anche attraverso le immagini, la qualità dell’olio Evo prodotto dagli olivi monumentali. Partecipare alla sperimentazione è importante perché consente di implementare, in maniera innovativa e reale, la tracciabilità dell’olio Evo e di attuare una valorizzazione piena e strettamente connessa alla produttività degli olivi monumentali di Puglia”.

Il primo anno di sperimentazione ha coinvolto cinque aziende pugliesi che da 14 olivi monumentali hanno raccolto 1298 chili di olive, dalle quali la molitura ha generato 184,90 litri di olio. Le bottiglie di olio sono state dotate di uno specifico collarino con un QRCode che consente ai consumatori di accedere all’applicazione dedicata. 

Promo