A Castrignano del Capo ufficio postale chiuso da tre mesi dopo una rapina, Udicon “Gravi disagi”

Da quasi tre mesi l’ufficio postale di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce, è chiuso causa della rapina subita la notte tra il 15 e il 16 aprile scorsi, quando due malviventi fecero esplodere lo sportello postamat, causando gravi danni strutturali e fuggendo col bottino. Ad oggi il servizio non è stato ancora ripristinato con gravi disagi per l’utenza, soprattutto per persone anziane e soggetti fragili, denuncia in una nota l’Unione per la difesa dei consumatori (Udicon) provinciale di Lecce.

“Da allora Poste Italiane non ha ancora ripristinato il servizio e i cittadini residenti nel comune salentino, che conta circa 5mila abitanti -spiega l’associazione- sono quindi costretti a recarsi negli uffici postali dei centri vicini anche per piccoli adempimenti, come il ritiro di pacchi e raccomandate, o per il pagamento delle pensioni. Una situazione destinata a peggiorare ulteriormente con l’arrivo dei tanti turisti in arrivo nel Capo di Leuca”. Per questo Udicon sollecita Poste Italiane all’immediato e normale ripristino della funzionalità dell’ufficio di Castrignano del Capo. 

Promo